Gomorra: Salvatore Esposito conferma la 4° stagione della serie

556
Da sinistra Claudio Cupellini, Marco D'Amore, Stefano Sollima, Salvatore Esposito, Francesca Comencini, Maria Pia Calzone, Marco Palvetti e Fortunato Cerlino, posano per i fotografi durante il photocall di "Gomorra. La serie" al Cinema Moderno The Space in Piazza della Repubblica. Roma 29 aprile 2014. ANSA/ANGELO CARCONI

Sulla pagina facebook di Salvatore Esposito, l’attore che interpreta il protagonista della serie Gomorra, Gennaro Savastano, è stato pubblicato un post dove da conferma della 4° stagione della serie, annunciando che è già in fase di scrittura.

Al momento non si sa molto sulla 4° stagione, per ora sappiamo solo che alcuni episodi verranno girati in Sicilia ed in particolare nella splendida Taormina.

Probabilmente il cast verrà arricchito con nuovi personaggi appartenenti alla mafia siciliana.

Nils Hartmann, direttore delle produzioni originali Sky Italia, aveva confermato la 4° stagione già il 13 novembre 2017:

“Stiamo lavorando alla quarta stagione, alcuni episodi di Gomorra 4 erano stati già scritti.”

Venerdì 22 dicembre andranno in onda gli ultimi due episodi della terza stagione di Gomorra, poi ci toccherà aspettare più o meno un anno per la nuova stagione, che verrà trasmessa tra fine 2018 e primavera 2019.

Gomorra è una serie televisiva italiana liberamente ispirata all’omonimo best seller di Roberto Saviano.

La prima stagione di Gomorra è stata trasmessa a partire dal 6 maggio 2014 fino al 10 giugno 2014 su Sky Atlantic e in contemporanea su Sky Cinema 1. Complice un’ottima accoglienza critica e i ragguardevoli ascolti registrati, la serie è infine sbarcata in chiaro Rai 3 il 10 gennaio 2015 fino al 21 febbraio 2015, il sabato in seconda serata (dopo la rinuncia di LA7, che aveva co-prodotto la serie, a trasmetterla), con però alcune scene censurate e presenza di sottotitoli.

A marzo del 2014 la serie era già stata venduta in più di cinquanta paesi tra cui Germania (Sky Deutschland), Francia (Canal+), Regno Unito (Sky) e Stati Uniti d’America (The Weinstein Company).

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here