Jessica Jones: Krysten Ritter parla del femminismo della serie

1080
Jessica Jones

Krysten Ritter, interprete di Jessica Jones nell’omonima serie tv Marvel/Netflix, si è recentemente espressa sul successo della serie, sul femminismo e sui forti personaggi donne che hanno invaso il mondo dell’intrattenimento

L’attrice che interpreta l’eroina Jessica Jones nell’omonima serie tv Marvel prodotta da Netflix, ha recentemente rilasciato un’intervista in cui ha rivelato di aver spesso ricevuto complimenti dal pubblico femminile per la rappresentazione della donna che offre con il suo ruolo.

Penso che Jessica abbia un’eco sia negli uomini che nelle donne, ma queste ultime si sono relazionate a lei in un modo che mi ha davvero commosso e ha reso questo show più che un semplice lavoro di recitazione. Le donne mi dicono che hanno avuto il loro Kilgrave o che hanno subito violenza sessuale, e che hanno provato un senso di potenza guardando la serie. E questo mi ha davvero fatto pensare allo show in un modo diverso. […] Penso che la nostra serie sia decisamente uno show femminista. Stiamo raccontando la storia di Jessica, una donna incredibilmente imperfetta, complessa, forte e vulnerabile.

Leggi anche: Marvel/Netflix: Rosario Dawson potrebbe lasciare presto gli show

Krysten Ritter ha poi proseguito la sua riflessione citando personaggi anche fuori dal contesto di Jessica Jones.

Penso che la gente abbia risposto a Jessica in modo così entusiasta perché non abbiamo mai visto un personaggio come lei. Per tanto tempo la donna è stata semplicemente la fidanzata, la moglie, la bella, la ragazza della porta accanto o quella divertente. E ora stiamo vedendo davvero tanti personaggi diversi. Basta guardare il successo di Big Little Lies, The Handmaid’s Tale, Wonder Woman e di libri come Gone Girl o La ragazza del treno… Siamo entusiasti di queste storie perché vogliamo vedere più donne complesse.

Leggi anche: The Punisher 2: ecco le prime immagini del villain

In merito al segreto del successo di Jessica, Ritter ha poi affermato:

Mi piace che non sia glamour. Mi piace il fatto che dica quello che vuole e non sia una persona piacevole. Pensa a tutte le volte che diciamo “Oh, mi dispiace. Mi dispiace, sono in ritardo, mi dispiace che sia successo”. Jessica non lo fa, il che è un sollievo. È un personaggio fresco e ha un’immagine di cui sono orgogliosa, perché non basa il suo successo sul suo corpo o sul suo aspetto fisico.

Luke Cage: lo showrunner promette di riscattare Iron Fist

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here