Perché Shanks ha incontrato i 5 Astri di Saggezza?

9745
shanks capitolo 907 one piece

L’ultima vignetta del capitolo 907 ha mandato i lettori di One Piece in subbuglio: perché Shanks si trova al cospetto dei Cinque Astri di Saggezza?

Prima di provare a fare luce sull’intenzione del rosso proviamo a spiegare per quale motivo non c’è nulla di così clamoroso se un Imperatore incontra i vertici del Governo Mondiale.
E’ vero, si tratta di un incontro tra due fazioni completamente opposte: lo “stato” e il “pirata”, la “legge” ed il “fuorilegge”. Ma quante volte anche nel mondo reale si è sentito parlare di “trattative” tra politica e mondo del crimine? Quante volte la criminalità ha “collaborato” con la legge?

L’incontro tra Shanks e i Cinque Astri non ha nulla di strano. Si tratta di persone agli antipodi che però hanno un qualcosa in comune: il potere. Non puoi governare un mondo se non “tratti” con chi, come te, ha la capacità di muovere le masse, di influenzare la popolazione. Shanks è una delle persone più importanti ed influenti del Mondo di One Piece, uno di coloro che governano la seconda parte della Rotta Maggiore: i 5 Astri di Saggezza DEVONO per forza di cose ascoltarlo, tenerlo in considerazione, perché altrimenti potrebbero scatenare una “rivolta” o magari potrebbero ritrovarsi contro un “nemico” da non sottovalutare.

Colleziona i volumi di One Piece – Acquistali su Amazon

Tutto ciò spiega il motivo che porta il Governo Mondiale a concedere un’udienza al Rosso, ma la domanda più lecita è un’altra: perché Shanks si trova lì?

Da sempre, i lettori hanno pensato che Shanks fosse una sorta di equilibratore, l’uomo che riuscisse a mantenere più di tutti la “pace” o meglio la “quiete” nel mondo di One Piece. Questo pensiero potrebbe rivelarsi giusto: è probabile che i 5 Astri di Saggezza siano in un certo senso grati al Rosso per il suo lavoro di mediazione e che egli stesso sia lì per continuare a mediare. Sull’orlo di una rivoluzione – ricordiamo le parole di Doflamingo a Tsuru – il mondo onepieciano potrebbe non essere ancora pronto per un cambiamento e magari Shanks vorrebbe trattare con il Governo per continuare a mantenere l’equilibrio, almeno fin quando non arrivi il momento giusto per ribaltare lo Status Quo.

Sappiamo che il Rosso aspetta Luffy: quando il protagonista sarà diventato un grande pirata, allora i due potranno rivedersi. Ma allo stesso tempo, essendo legato a Roger, il Rosso attende anche quegli uomini di cui parlava il proprio capitano.
E se non fosse ancora tempo della loro venuta: se quegli uomini, uno dei quali è di certo Luffy, non fossero ancora pronti a ribaltare il tutto? Se dunque Shanks fosse lì per continuare a mentenere l’equilibrio in attesa che questi uomini siano pronti ad adempiere al loro obiettivo?

Leggi anche: One Piece Capitolo 908: perché Im riflette sulla foto di Bibi? – TEORIA

Shanks non sta parlando di Teach

In molti, subito dopo aver letto il capitolo, hanno pensato che il Pirata di cui voglia discutere Shanks sia Marshall D. Teach. Naturalmente si tratta di una buona ipotesi: è possibile che il Rosso abbia tutte le intenzioni di fermare Barbanera, considerandolo una vera minaccia per il mondo – si ritorna al discorso dell’equilibrio – ma anche per la “missione” che dovrà portare a termine Monkey D. Luffy. Possibile dunque che Shanks voglia agli occhi dei 5 Astri di Saggezza mostrarsi preoccupato per Teach, quando in realtà lo è per il futuro di Cappello di Paglia? Che sia intenzionato ad ingannare il Governo Mondiale e spingerlo a mettersi contro la nemesi del protagonista?
Ripeto, l’ipotesi non è male, ma non la condivido. Vedere nuovamente il Rosso preoccuparsi di Teach mi sembrerebbe un po’ rindondante.
Ma allora di chi parla?
Credo che quanto visto nell’ultima vignetta possa essere collegato a quanto visto nel capitolo 906. Probabile che il Rosso stia parlando di un altro pirata, a noi ancora sconosciuto – forse ormai deceduto – che abbia qualcosa a che fare con il segreto di Marijoys, l’enorme cappello.
In tanti, infatti, soprattutto a causa della temperatura a cui è tenuto quel Cappello, credono che possa esserci dell’altro: magari il corpo conservato di una leggenda del passato?
Staremo a vedere.

                                   

Leggi anche: One Piece: Ecco come sarebbe Rufy in versione Re dei Pirati

One Piece è un manga scritto e disegnato da Eiichirō Oda, serializzato sulla rivista giapponese Weekly Shōnen Jump di Shūeisha dal 19 luglio 1997. La casa editrice ne raccoglie periodicamente i capitoli anche in volumi formato tankōbon, di cui il primo è stato pubblicato il 24 dicembre. L’edizione italiana è curata da Star Comics, che ne ha iniziato la pubblicazione in albi corrispondenti ai volumi giapponesi il 1º luglio 2001. La storia segue le avventure di Monkey D. Luffy, un ragazzo il cui corpo ha assunto le proprietà della gomma dopo aver inavvertitamente ingerito il frutto del diavolo Gomu Gomu. Raccogliendo attorno a sé una ciurma, Luffy esplora la Grand Line in cerca del leggendario tesoro One Piece e inseguendo il sogno di diventare il nuovo Re dei pirati

One Piece è adattato in una serie televisiva anime, prodotta da Toei Animation e trasmessa in Giappone su Fuji TV dal 20 ottobre 1999. L’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata All’arrembaggio!, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece. Toei Animation ha prodotto inoltre 11 special televisivi, 13 film anime, due cortometraggi 3D, un ONA e un OAV. Svariate compagnie ne hanno tratto merchandise di vario genere, come colonne sonore, videogiochi e giocattoli.

One Piece ha goduto di uno straordinario successo. Diversi volumi del manga hanno infranto record di vendite e di tiratura iniziale in Giappone. Con trecento milioni di copie in circolazione al 2014 l’opera è il manga ad avere venduto di più al mondo. Il 15 giugno 2015 è entrato inoltre nel Guinness dei primati come serie a fumetti disegnata da un singolo autore con il maggior numero di copie pubblicate: oltre 320 milioni.

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here