Robert Downey Jr. riguardo Tony Stark: “Non sono il mio lavoro!”

290

Robert Downey Jr. si esprime sul personaggio di Iron Man e prende le distanze da Tony Stark

Sono passati ben undici anni dall’apparizione di Robert Downey Jr. nei panni di Tony Stark, alias Iron Man, e, ora che il suo viaggio si è concluso, l’attore sembra intenzionato a evidenziare le differenze che ci sono tra sé e il personaggio, spesso messi in sovrapposizone dei fan.

Leggi anche: Avengers: Endgame, inizialmente Iron Man avrebbe dovuto viaggiare con Thor

Inizialmente cercavamo di trovare delle associazioni, delle sinergie con Tony Stark nel Marvel Cinematic Universe. Anch’io ero un uomo d’azienda, un po’ eccentrico, ero creativo e avevo tutte quelle partecipazioni… Finché, come si suol dire, i padroni cominciano ad assomigliare ai loro animali.

Non sono il mio lavoro. Non sono quello che ho fatto con lo studio. E non mi rifletto in quel periodo di tempo in cui ho interpretato il personaggio. Ed è un peccato, perché il bambino che c’è in tutti noi vuole poter dire: “No, ci sarà sempre il campeggio estivo e ci stringeremo tutti le mani cantando Kumbaya”.

Leggi anche: MCU: ecco il personaggio che Robert Downey Jr. vorrebbe vedere al cinema

Infine, Downey Jr. si esprime riguardo il suo futuro che, per il momento, prevede la partecipazione come protagonista al remake del Dottor Dolittle e al terzo capitolo di Sherlock Holmes.

Non sono mai stato obbligato a esplorare nuovi territori in quella che è la mia vita creativa e personale. È sempre bello precedere quello che verrà, ma è meglio farlo quando si è fisicamente al top. È sempre in questo passaggio da una fase all’altra che la gente si sente un po’ abbandonata.

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here