Star Wars: Gli Ultimi Jedi – il Leader Supremo Snoke è la punta più oscura della Forza

403

Andy Serkis, l’attore che interpreta il Leader Supremo Snoke, in Star Wars, in una recente intervista ha rivelato alcune importanti anticipazioni sul suo personaggio

Il giornalista gli ha chiesto se il suo personaggio è un Sith: «Di certo non è un Sith, anche se di sicuro è sulla punta più oscura della Forza. Senza dire troppo, questa cosa inizierà a rivelarsi in Gli ultimi Jedi».

Andy Serkis ha continuato l’intervista rivelando: «Snoke è molto oscuro; molto più oscuro di Palpatine. È colpito da osteoporosi quindi il suo corpo è sballato come un cavatappi. È incredibilmente danneggiato, quindi c’è una bizzarra vulnerabilità in lui. Oltre quella vulnerabilità, comunque, c’è questo intenso odio».

Diretto da Rian Johnson, ricordiamo che Gli ultimi Jedi uscirà nelle sale cinematografiche italiane il 13 prossimo dicembre. Qui potete vedere il trailer del film.

Snoke è interpretato, tramite il motion capture, da Andy Serkis nel film Star Wars Episodio VII: Il risveglio della Forza. La voce di Snoke la si può sentire nel primo teaser del film. Il suo nome fu rivelato ufficialmente il 28 maggio 2015.

L’aspetto di Snoke subì molti cambiamenti nel corso dello sviluppo del film, e le sembianze finali furono decise solo nell’ottobre 2015, due mesi prima dell’uscita del film. J.J. Abrams e Neal Scanlan non volevano un personaggio che sembrasse vecchio e decrepito come Darth Sidiou. Ivan Manzella scolpì almeno due busti per cercare di affinare l’aspetto del personaggio. L’aspetto di Snoke è basato sui film horror di Hammer Films. Il concetto è che Snoke era piuttosto bello da giovane, ma è stato consumato dal Lato Oscuro per diventare più potente.

 

Commenti Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here